logo trasparente definitivo
logoteatro

TEATRO CARBONETTI

via Leonardo da Vinci, 27 Broni  |  +39 0385 54691 - 366 819 0785

DOMENICA 27 MARZO 2022 - ORE 17.30


facebook
whatsapp

Follow us

foto lella costa @lorenzopiano.jpeg

PROSA

 

LELLA COSTA in

SE NON POSSO BALLARE... NON E’ LA MIA RIVOLUZIONE

 

ispirato a IL CATALOGO DELLE DONNE VALOROSE di Serena Dandini

regia di Serena Sinigaglia

progetto a cura di Mismaonda
prodotto da Centro Teatrale Bresciano e Teatro Carcano

Partner The Circle Italia

Mary Anderson ha inventato il tergicristallo. Lillian Gilbreth la pattumiera a pedale. Maria Telkes i pannelli solari.

Ci sono Marie Curie, Nobel per la fisica, e Olympe De Gouges che scrisse la Dichiarazione dei diritti della donna e della cittadina. Ci sono Tina Anselmi, primo ministro della Repubblica italiana; Martha Graham che fece scendere dalle punte e Pina Bausch che descrisse la vita danzando. E poi c’è Maria Callas con la sua voce immortale come immortale è il canto poetico di Emily Dickinson. C'è Angela Davis che lottò per i diritti civili degli afroamericani e c'è la fotoreporter Ilaria Alpi. Le sorelle Bell: Vanessa e naturalmente Virginia, la Woolf!

Entrano una dopo l'altra, chiamate con una citazione, un accento, una smorfia, un lazzo, una canzone, una strofa, un ricordo, una poesia, un gemito, una risata. O solo col nome, che a volte non serve aggiungere altro.

Entrano ciarlando e muovendo le vesti, mentre in scena si avvicendano i cambi di stagione. Si aggirano come fossero, finalmente, felici tutte, per dirla con Elsa Morante che è lì con loro.

Entrano come danzando Anna Pavlova, Hannah Arendt, Mae West, Grazia Deledda, Anna Frank, Eloisa, Artemisia Gentileschi e molte, molte altre, fino a farci girare la testa ed arrivare ad essere più di ... cento!

Una al minuto. Tante eppure non ancora tutte le valorose che Lella Costa, in uno spettacolo di grande virtuosismo, riesce ad evocare con la voce e con i gesti, invitandole come un gran cerimoniere, ad entrare e ballare con lei.

Perchè, come disse magistralmente e per sempre una di loro, Emma Goldman, se non posso ballare questa non è la mia rivoluzione.

 

Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder